DanimarcaCOPENHAGENDanimarca

Centro città



Home

Periodo: metà giugno
Durata: 2 notti
Temperatura: min 5°C - max 14°C
Moneta: Corona danese

IL CENTRO

I monumenti principali

Dall'aeroporto di Kastrup si giunge alla stazione centrale di Copenhagen, in pieno centro, prendendo un treno dalla stazione all'interno dell'aeroporto stesso, al costo di circa 5€ e in meno di 20 minuti.
Da subito la città ci appare ben organizzata e silenziosa, nonostante il traffico sia intenso. La cosa che ci colpisce molto è la presenza di piste ciclabili a senso unico, con semafori, molto ben integrate nel tessuto stradale.



Passiamo dapprima davanti all'ingresso principale del parco Tivoli (ingresso semplice, circa 14€ a testa): all'interno tanta gente si diverte con le attrazioni del parco di divertimento più antico d'Europa. Molto bello anche dall'esterno. Vediamo dapprima il palazzo Glyptotek, sede di un museo, in chiaro stile dell'epoca nazista, a cui appartiene un curatissimo giardinetto, poi il Radhus (il municipio) in mattoni rossi con statue e decorazioni dorate sulla facciata che dà sulla Radhuspladsen. Peccato ci siano lavori nella piazza per la costruzione di una stazione della metro.



Dalla piazza ci dirigiamo verso la centrale Frederiksberggade, la via dello shopping, detta Stroget, per poi raggiungere la Rundetaarn, una torre circolare anch'essa in mattoncini, attaccata alla Chiesa della Trinità.




La sua particolarità è che per salire in cima non ci sono scale ma solo una lunga e ampia rampa a chiocciola. Per entrare paghiamo un biglietto di circa 3,50€ a testa e saliamo fino in cima, da dove si può ammirare un panorama a 360° sulla città.



Una volta scesi ci spostiamo al Parco del Castello di Rosenborg dove sono conservati i tesori della corona danese. Noi non entriamo ma decidiamo di restare un po' nel parco, molto curato. Accanto al castello c'è la caserma delle Guardie Reali.



NYHAVN

Il cuore colorato di Copenhagen

Attraverso le vie del centro, passando davanti al bel Teatro Reale danese, ci dirigiamo verso la rinomata zona di Nyhavn, forse l'immagine più famosa di Copenhagen: il waterfront con le casette colorate che ospitano ristorantini e caffè. Da qui partono i battelli per il giro turistico della città attraverso i canali interni.



Optiamo per il tour con guida parlante italiano, al costo di circa 12€ a testa. Il giro è davvero bello perchè dà la possibilità di vedere la città da un'altra prospettiva.




Si possono ammirare, tra le altre cose, la zona del porto militare, con un sottomarino in bella mostra, il palazzo di Christiansborg, sede del parlamento danese, il cosiddetto Diamante Nero, l'estensione della biblioteca reale costruita con pietre nere provenienti dallo Zimbabwe che brillano al sole e il caratteristico campanile a spirale della Chiesa del Salvatore.



Finito il tour, proseguiamo passeggiando in centro e ammiriamo dapprima la Frederiks Kirke, detta chiesa di marmo e poi Amalienborg, il palazzo reale.




Assistiamo al cambio della guardia reale e continuiamo seguendo il lungomare, verso i due padiglioni reali, la zona del Kastellet e la celebre Sirenetta, simbolo della città.




CONSIGLI DI VIAGGIO


Dove abbiamo dormito

Cabinn City, Copenhagen - ESSENZIALE. Vicino alla stazione centrale, è ben organizzato ed essenziale. Stanze un po' piccole ma, fedele al motto dell'hotel, è "tutto ciò che serve per dormire". Colazione non inclusa, un po' cara come è normale da queste parti.


Dove abbiamo mangiato

Nyhavns Faergekro, Copenhagen - TIPICO. Ristorante di cucina tipica danese sul celebre Nyhavn


Consigli utili

In Danimarca non c'è attualmente l'euro, ma si può pagare dovunque con le carte di credito, quindi non cambiare euro in moneta locale sembra una buona soluzione, se non strettamente necessario. Se si vuole avere comunque un pò di contanti in valuta locale si può anche prelevare ai bancomat.

Standard elettrico: Presa d tipo C o F (le prese italiane a 2 poli si usano tranquillamente)
   



Non può mancare in valigia

Abbigliamento caldo, giacca a vento e impermeabile o k-way. Anche se le temperature non sono molto basse in estate, può capitare la giornata di vento freddo o di pioggia



Da non perdere

Il giro in barca tra i canali



Spesa