NorvegiaOSLONorvegia

Centro città



Home

Periodo: inizio giugno
Durata: 2 notti
Temperatura: min 15°C - max 28°C
Moneta: Corona norvegese

IL CENTRO DELLA CITTÀ

Le vie e i monumenti della capitale norvegese

Appena atterrati all'aeroporto di Rygge, servito dalle compagnie low-cost e situato a circa 70 km dalla città, raggiungiamo Oslo con il bus Rygge Ekspressen corrispondente al nostro volo (i biglietti A/R si possono acquistare online a un totale di circa 32 € a testa, risparmiando). La fermata è appena fuori dall'aeroporto. L'arrivo è al BussTerminal di Oslo in circa 1 ora di percorrenza. Da lì si può raggiungere qualunque sistemazione nel centro di Oslo. Iniziamo il tour della città da Youngstorget, un'ampia piazza piena di vita dove si svolgono varie manifestazioni e dove si trovano numerosi ristoranti caratteristici. Da lì, proseguendo su Torggata, si può arrivare nella zona della Cattedrale, la Oslo Domkirke.



Visitiamo l'area circostante, una specie di porticato con una serie di locali. Proseguendo, ci si può spostare verso la zona del Waterfront. Passiamo quindi per Karl Johans gate da cui si ha una bella visuale sul palazzo reale.



Poi scendiamo verso il mare e vediamo il Municipio di Oslo, il Radhuset, una possente costruzione in mattoni con due torri, famoso anche perché ogni anno vi si consegna il Nobel per la Pace e in lontananza la Fortezza di Akershus.




Proprio davanti al municipio ci sono i moli da cui partono le minicrociere sul fiordo di Oslo. Proseguiamo poi in direzione di Aker Brygge, un quartiere sul mare molto sistemato e ricco di locali dove cenare piacevolmente. Percorriamo l'intero viale sul mare fino all'accesso per i bagnanti: diverse persone approfittano della bella giornata per un bagno nel fiordo. È bella l'atmosfera quando la luce del sole si affievolisce, anche se nella stagione estiva il buio completo non arriva mai.



Un appuntamento da non mancare a Oslo è senza dubbio quello con la visita della Galleria Nazionale, dove sono esposte numerose opere di pittori norvegesi, impressionisti francesi, Picasso e una delle versioni esistenti del famoso Urlo di Munch. Arrivati in Universitetsgata e pagato il biglietto di circa 11 € a testa, ammiriamo le sculture e i quadri posti al primo piano dello stabile.



Di nuovo nella zona in cui Oslo si affaccia sul mare, ma questa volta dal lato est dell'insenatura, si può ammirare la moderna Opera di Oslo: un edificio bianco, moderno come gli altri edifici della zona per cui Oslo è famosa, su cui è possibile salire fino al tetto per godere di un bel panorama sul fiordo.




La capitale norvegese offre alcune altre attrazioni degne di nota, tra cui il Parco di Vigeland, ricco di opere scultoree e un pò decentrato, e il Museo delle Navi Vichinghe, situato sulla penisola di Bygdoy e raggiungibile in modo caratteristico via mare sfruttando i battelli che partono dai moli.


CONSIGLI DI VIAGGIO


Dove abbiamo dormito

Anker Hostel, Oslo - SOLUZIONE ACCETTABILE. Grande ostello abbastanza centrale, a poca distanza dal terminale dei bus e dalla stazione centrale. Camera molto calda e funzionale. Le lenzuola non sono presenti ma sono obbligatorie: si possono portare le proprie ma anche noleggiare ad un costo aggiuntivo presso la reception. Il percorso dal terminale dei bus all'ostello (Storgata) non è proprio raccomandabile.


Dove abbiamo mangiato

Fiskeriet Youngstorget, Oslo - CARATTERISTICO. Locale molto famoso nella capitale norvegese, sia come ristorante che come pescheria, situato in Youngstorget. Offre piatti tipici, con la possibilità anche di prendere il "Taste of Norway", un piatto composto da diversi assaggi di pesce. Prezzi alti, come del resto ovunque in Norvegia.
Funky Fresh Food, Oslo - UNA CHICCA. Piccolo ristorante all'interno del centro di design e architettura, difficile da trovare. L'indirizzo è giusto ma si trova sul retro dell'edificio. È possibile scegliere tra una selezione di piatti del giorno o comporre un piatto con gli alimenti presenti nel bancone. Buona qualità. Dolci ottimi.


Consigli utili

Il collegamento tra Rygge e Oslo può essere effettuato con navetta più treno ma è comunque assicurato da un efficiente servizio bus, il Rygge Ekspressen. Si risparmia prenotando e pagando il bus su internet.

Non ordinate acqua nei ristoranti o nei fast food di Oslo! Il costo dell'acqua imbottigliata è davvero esagerato e spesso l'acqua naturale è offerta gratuitamente in caraffe da cui si può attingere. Costa molto meno la birra.

Valutate di fare una minicrociera nel fiordo di Oslo, anche se, come tutto, il costo è abbastanza elevato.

Standard elettrico: Presa d tipo C o F (le prese italiane a 2 poli si usano tranquillamente)
   



Non può mancare in valigia

Una buona macchina fotografica
Abbigliamento invernale se viaggiate tra autunno e primavera. Sembra strano ma nei mesi estivi, invece, il caldo si fa sentire!
Una mascherina per gli occhi: utilissima per dormire bene nei mesi estivi, quando c'è molta luce anche la notte.
Un ombrello: anche in estate può capitare di incappare in rapidi e intensi temporali.



Da non perdere

La Galleria Nazionale di Oslo



Spesa